Un viaggio di Solidarietà

Paolo Brosio in aiuto dei bimbi bosniaci.

Un viaggio di solidarietà a Medjugorje

brosioBrosio ha organizzato per il mese mariano un charter per tornare in Croazia e medita di raccogliere fondi con la sua associazione benefica per costruire una struttura di accoglienza per bambini orfani. “Non sono stato né a Lourdes, né a Loreto o Fatima e neppure a Guadalupe o in Kenia – racconta-. Ma la differenza tra questi rispetto a Medjugorie è che la Vergine si trova davvero lì, si sente ovunque la sua presenza, e alla fine mi ha fatto uscire l’Ave Maria dalla bocca”.

Il giornalista intende costruire una struttura di servizio per orfani e anziani. L’obiettivo è far convivere nelle ore diurne i bambini e i vecchi abbandonati alle difficoltà della vita e alla tragedia della guerra

Firenze, 12 marzo 2009 – Un viaggio con volo charter nei Balcani, in Bosnia-Erzegovina, a Medjugorje, il paese più famoso al mondo per le apparizioni della Vergine. L’iniziativa, che sarà sostenuta dalla costituenda Associazione Olimpiadi del Cuore, avente la finalità di aiutare i bambini malati, poveri e in difficoltà in Italia e nel mondo, sarà operativamente gestita dall’Associazione Le Oasi di Maria Onlus, con sede a Roma. Il volo privato decollerà da Pisa per Spalato in Croazia.

Da Spalato i pellegrini che prenderanno parte a questa iniziativa proseguiranno il viaggio per Medjugorje in terra bosniaca. Si tratta di un percorso di circa 2 ore quasi interamente su tratto autostradale di recente realizzazione. Gli ultimi 40 km sono di strada più tortuosa che mantengono inalterato il fascino di quei luoghi selvaggi e poveri che la Nostra Signora Madre ha scelto per alleviare la sofferenza del mondo.

mariaLo scopo del viaggio è duplice: da un lato si tratta di educare la nostra anima al richiamo di Cristo, di purificarla, dall’altro di contribuire con una devoluzione al centro di accoglienza di Suor Cornelia per costruire una struttura di servizio per orfani e anziani.

In pratica si tratta di far convivere nelle ore diurne i bambini e i vecchi abbandonati alle difficoltà della vita e alla tragedia della guerra. In questo modo regaleremo un sogno agli anziani e ai bimbi. Questi bambini sono il frutto delle violenze e degli stupri delle terribili guerre dei Balcani. Questi angeli sono stati ripudiati da tutti per la vergogna di quegli atti drammatici.

Per compiere questa missione i passeggeri del volo dovranno tassativamente pagare oltre alla cifra prevista per il pacchetto di viaggio di 4 giorni anche un ulteriore esborso a titolo di beneficenza.

A bordo dell’aereo è prevista la partecipazione di fotografi, cineoperatori, cameramen e giornalisti che daranno testimonianza di questo viaggio a tutti, per ricordare che a Medjugorje la Madonna prega per la sofferenza degli uomini di questa terra.

da http://predazzo.blogolandia.it/2009/03/13/paolo-brosio-in-aiuto-dei-bimbi-bosniaci-un-viaggio-di-solidarieta-a-medjugorje/

Video: Paolo Brosio, giornalista e showman, trova la fede a Medjugorje. Ecco l’intervista condotta da Claudio Brachino nel corso della trasmissione “Mattino 5″ del 2 marzo 2009. In collegamento esterno il giornalista Antonio Socci.